Blob in the bath

su google maps si può vedere wayne coyne che fa il bagno all’aperto, nel giardino di casa sua.

The Flaming Lips – Embryonic

flaming_lips-embryonic

embryonic, il nuovo disco dei flaming lips, mi sta piacendo perchè è uno di quei dischi frammentari e confusionari, senza un carattere preciso, un po’ come l’ultimo oneida. e da un gruppo che sembrava ormai fossilizzato in un certo pop etereo sempre bello ma sempre uguale, da ragionieri del pop psichedelico, ormai non me l’aspettavo più. lo stesso wayne coyne parlando dei suoi dischi preferiti dice:

“…part of the reason I like them is that they’re not focused. They’re kind of like a free-for-all and go everywhere”.

ecco, embryonic è un doppio disco* che va ovunque, rumoroso, caotico e peloso. qualche pezzo mediocre c’è, ma anche qualche pezzo grandioso (e ovviamente anche le simpatiche puttanate alla flaming lips, come I can be a frog). ad esempio davvero ottima “Convinced of the Hex”, la prima traccia (già uscita quest’estate), pare ispirata al film il portiere di notte di liliana cavani (lo dice wayne). qui una bella versione live in una tv americana. e non male anche la chiusura del disco, watching the planets.

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.


The Flaming Lips – Watching the planets

*in passato però avevano fatto un disco quadruplo, zaireeka, del 1997: 4 cd da ascoltare contemporaneamente. e sì, anni fa ci provai. bei tempi. in questo bel video un esempio di zaireeka con i 4 cd sincronizzati e mixati (ma era divertente anche metterli fuori tempo).

Wayne Coyne, i fan su Facebook

Su Facebook si trovano alcuni divertenti gruppi dedicati al cantante dei Flaming Lips. Tra cui il classico Wayne Coyne for President, o Wayne Coyne is the Jesus Incarnate, fino allo specifico I’ve Been Rolled Over By Wayne Coyne In A Giant Plastic Bubble

Dark night of the soul

dark-night-of-the-soul

progetto musicale che coinvolge molti musicisti interessanti. no, non parlo di questo666. ma di dark night of the soul, album realizzato da danger mouse e gli sparklehorse con l’aiuto di gente come iggy pop, flaming lips, david lynch, black francis, vic chesnutt e altri. qua un’anteprima di dark night of the soul in streaming (sentendo il primo pezzo ho pensato “ehi ma sembrano i flaming lips!” e in effetti quello che canta è proprio wayne coyne). questo è il misterioso sito ufficiale. ok, comprandolo non aiuterete i terremotati però sembra interessante lo stesso, eh?

*aggiornamento 9/5/09: non è più disponibile lo streaming ma si trova praticamente ovunque in mp3.

*aggiornamento 18/5/09: si può comprare il cd vuoto e riempirlo con gli mp3 che continuano a trovarsi praticamente ovunque. è un bell’internet.